Polenta di mare

Protagonista principale della ricetta sono le seppie. La polenta bianca è particolarmente utilizzata nella cucina veneta. La sua diffusione in questa zona d’Italia è dovuta alla tradizionale presenza delle coltivazioni di mais bianco, chiamato anche Biancoperla. La polenta bianca, ottenuta dalla macinazione di questo tipo di mais, è tendenzialmente più delicata di quella gialla e la sua grana, inoltre, è più fine 

Difficoltà: Facile

Tempo: 20'

Costo: Medio

- +
REGOLA LE DOSI
Ingredienti per 4 persone

Preparazione

  1. Fate sbollentare le seppie in acqua salata. Scolatele e tenetele da parte. Nell’acqua di cottura delle seppie, aggiungete la farina delicatamente girando con la frusta. Una volta creata la massa principale, continuate a girare con un mestolo di legno fino a quando la polenta sarà pronta.

  2. Sbianchite il prezzemolo in acqua salata; scolatelo e frullatelo con olio aggiungendo un pizzico di sale e pepe. Tagliate le seppie a julienne e conditele con la salsa al prezzemolo. Quindi, create un’emulsione mescolando con una frusta o una forchetta il nero di seppia e l’olio.

  3. Servite posizionando la polenta alla base e le seppie al verde sopra; terminate con qualche goccia di emulsione al nero

Il consiglio dello Chef

Se volete ottenere una polenta dalla consistenza più cremosa, basta semplicemente aggiungere più acqua durante la fase di cottura. Per una versione, invece, ancora più avvolgente potete preparare la polenta in anticipo, lasciarla riposare e, al momento del servizio, aggiungere alla polenta del latte o della panna. amalgamando il tutto con una frusta elettrica. Il risultato sarà estremamente delicato e potrà essere il perfetto accostamento per preparazioni croccanti. Si sposa benissimo col pesce, ed io, per darle ancora più sapore, la preparerò direttamente nell’acqua di cottura del pesce