Strangozzi al pesto umbro

Sonia Peronaci prepara gli strangozzi che poi condisce con il pesto umbro, sapido e aromatico preparato con noci, pecorino, aglio, basilico, timo, maggiorana … un bouquet che ogni volta inebria I sensi e fa venire l’acquolina in bocca solo a pensarci...

Difficoltà: Facile

Tempo: 20'

Costo: Basso

- +
REGOLA LE DOSI
Ingredienti per 4 persone

Preparazione

  1. Per preparare questo primo piatto tipico della tradizione umbra nella tazza di un robot da cucina munito di lame (un cutter) unisci il basilico, le foglioline di maggiorana, le foglioline di timo, l’aglio sbucciato e privato dell’anima centrale, l’origano, il pecorino, i gherigli di noci, un pizzico di sale e l’olio di oliva. Aziona il cutter fino a che non otterrai un pesto un po' rustico e granuloso.

  2. A questo punto, metti sul fuoco una pentola e lessa gli strangozzi in acqua bollente salata. Una volta pronti, scolali e mettili una ciotola capiente. Aggiungi quindi il pesto umbro freddo. Se dovesse servire, puoi unire anche un po’ di acqua di cottura per rendere il condimento più cremoso. Infine, manteca bene gli strangozzi e servili ben caldi!

     

Il consiglio dello Chef

Gli strangozzi sono un formato di pasta tipico dell’Umbria: spessi e impastati senza uova, ruvidi in superficie e a sezione rettangolare… attenzione quindi a non confonderli con spaghetti o strozzapreti! In base alla zona, gli strangozzi cambiano nome: strongozzi, umbricelli, strengozzi, manfricoli, ciriole… e sono perfetti per abbracciare condimenti corposi come questo