Fiadoni

Sonia Peronaci prepara i Fiadoni, tipici del Molise realizzati principalmente durante il periodo pasquale e consumati tradizionalmente durante la colazione di pasqua e durante la Pasquetta. Sono ottimi serviti ben caldi, potete gustarli come antipasto o come saporito stuzzichino. Sono perfetti anche freddi da portare al picnic di pasquetta.

Difficoltà: Facile

Tempo: 55'

Costo: Basso

- +
REGOLA LE DOSI
Ingredienti per 18 persone
PER IL RIPIENO
PER SPENNELLARE

Preparazione

  1.  Per questo antipasto unisci la farina, il lievito, lo zucchero e il sale in una ciotola. Aggiungi l’uovo e i liquidi a filo. Amalgama per ottenere un impasto liscio e omogeneo. Avvolgilo nella pellicola trasparente e fallo riposare per 1 ora in frigorifero. Per il ripieno unisci la ricotta il rigatino, l’uovo e la farina.

  2. Amalgama, unisci il sale, il pepe, le spezie e fai riposare in frigorifero. Lavora l’impasto e tiralo con un mattarello o con una tirapasta fino a uno spessore di 2 mm. Con un coppapasta tondo di 10 cm ricava dei cerchi e poni al centro circa 15 g di ripieno. Chiudili formando delle mezzelune, pressando con i bordi per sigillarli.

  3. Adagia i fiadoni in una teglia foderata con carta forno. Spennella l’uovo sbattuto nel latte sopra ogni fiadone. Con un coltellino pratica un foro sopra la pasta per far uscire il vapore in cottura. Cuoci in forno ventilato a 170° per circa 15 minuti. Sfornali e gustali!

Il consiglio dello Chef

Dalla tradizione I casciatelli, immancabili sulla tavola pasquale, hanno una regola fondamentale: essere generosi con il ripieno! Questo, se in giusta quantità, gli conferisce la tipica gobbetta.