Brazadela

Si chiama brazadela, ciambella romagnola o ciambella ferrarese, detta anche “el paneton”: si tratta di un dolce tipico delle Feste, diffuso oggi in tutta l’Emilia Romagna. La versione tradizionale è semplice ma buonissima. La ricetta di Sonia Peronaci

Difficoltà: Facile

Tempo: 45'

Costo: Basso

- +
REGOLA LE DOSI
Ingredienti per 6 persone
PER SPENNELLARE

Preparazione

  1. Fai sciogliere il burro e lascialo intiepidire. A parte in una ciotola aggiungi la farina, lo zucchero, il lievito per dolci, il sale e la scorza di limone grattugiato, poi unisci le uova, il liquore all’anice e il burro fuso. Impasta fino a compattare gli ingredienti.

  2. Stendi su un foglio di carta da forno l’impasto e crea un filoncino con le mani delle dimensioni di cm 10 x cm 20 circa, alto un paio di centimetri. Appiattisci la superficie con il palmo della mano, spennellala con il latte e cospargila con la granella di zucchero.

  3. Cuoci in forno statico a 170 g per circa 30 minuti. Il dolce dovrà risultare ben dorato. Una volta cotta la brazadela, estraila dal forno e lasciala raffreddare prima di servirla. La brazadela veniva accompagnata con del latte o del vino.