Erbazzone

Antipasto molto tradizionale che è legato alla Pasqua ma si prepara ormai tutto l’anno ed è conosciuto in tutta Italia: l’erbazzone. Un piatto che da antipasto diventa facilmente un comodo pranzo al sacco per una gita fuori porta o per Pasquetta. La ricetta di Sonia Peronaci

Difficoltà: Facile

Tempo: 1h42'

Costo: Basso

- +
REGOLA LE DOSI
Ingredienti per 6 persone
PER IL RIPIENO
PER SPENNELLARE

Preparazione

  1. PER UNA TEGLIA DI CM 30X40

    In una ciotola unisci: farina, strutto, sale e l’acqua a filo. Impasta poi sul piano e forma una sfera liscia; ponila in una ciotola, copri e attendi mezzora. Fai sfrigolare il lardo tritato, unisci i cipollotti e cuoci per 10 minuti; aggiungi gli spinaci e cuocili. Salali. Da freddi, tritali, unisci il formaggio e mischia.

  2. Con l’impasto forma 2 rettangoli un po’ più larghi della teglia. Nella teglia spennellata con lo strutto adagia una sfoglia e falla debordare leggermente. Trasferisci il ripieno e copri con l’altra sfoglia, increspandola. Taglia un po’ di pasta dai bordi, lasciandone circa 1 cm. .

  3. Prendi i due lembi sovrapposti di sfoglia e attorcigliali per chiudere. Cuoci in forno statico a 200° per 25 minuti. Spennella con un trito di lardo e strutto e inforna per altri 10 minuti.

Il consiglio dello Chef

Varianti Questa è la versione classica dell’erbazzone, da servire in quadrotti. Come per tutte le ricette regionali, vi sono varianti del ripieno che possono prevedere riso o ricotta