Agnello cacio e ova

Sonia Peronaci prepara un piatto della tradizione abruzzese che negli ultimi tempi sta vivendo un momento di riscoperta: l’agnello cacio e ova, cioè agnello cacio e uova. Preparato principalmente a Pasqua, si tratta di un piatto molto sostanzioso che può essere servito come secondo o piatto unico a seconda dell’accompagnamento che si sceglie

Difficoltà: Facile

Tempo: 1h30'

Costo: Medio

- +
REGOLA LE DOSI
Ingredienti per 4 persone
  • 1  chilogrammo agnello cosciotto e spalla dissossati
PER LA SALSA

Preparazione

  1. Per questa ricetta conserva le ossa, con cui farai il brodo. Togli l’eccesso di grasso e pelle dalla carne. Tagliala poi a cubetti di 3-4 cm. Sala e pepa e tieni da parte. Soffriggi a fuoco basso per 5 minuti l’aglio schiacciato con l’olio e il rosmarino tritato.

  2. Infarina i bocconcini di agnello e uniscili. Alza la fiamma e rosola la carne. Sfuma con il vino e fallo evaporare. Cuoci per circa 1 ora. Quando è necessario, versa un po’ di brodo o acqua bollente. L’agnello dovrà essere morbido e non asciutto.

  3. In una ciotola amalgama il pecorino grattugiato con le uova. Una volta pronta la carne, spegni. Togli l’aglio e aggiungi lentamente la crema di uovo e pecorino, mescolando per addensarla. Se serve, puoi accendere la fiamma al minimo senza far coaugulare l’uovo. Servi l’agnello ben caldo!

Il consiglio dello Chef

L’Agnello Cacio e ova è chiamato anche Agnello brodettato. Si tratta di un gustoso secondo piatto delle Feste preparato soprattutto durante il periodo pasquale.