Mezze maniche all’amatriciana

Roberta Capua rivisita la deliziosa ricetta della famosa pasta all'amatriciana

Difficoltà: Facile

Tempo:

Costo: Basso

- +
REGOLA LE DOSI
Ingredienti per 4 persone

Preparazione

  1. Per prima cosa cuocere la pasta in abbondante acqua salata. In una casseruola riscaldate un filo d'olio (con il peperoncino che poi verrà tolto) e fate cuocere i pomodori pelati precedentemente tagliati a cubetti e sgocciolati in modo da eliminare il liquido di vegetazione in eccesso ed avere un sugo più denso e corposo.

  2. Mentre sugo e pasta cuociono, create i cestini di guanciale intrecciando 8 fette a porzione in questo modo: disponete 4 fette parallele una all'altra ed intrecciatele con le altre 4 fette perpendicolari una all'altra.

  3. Fate un intreccio ben stretto perché con il calore il grasso in eccesso si scioglie e le fettine tendono a restringersi. Ora disponetelo su una coppetta capovolta ricoperta di carta argentata e ripassatelo in forno per 7-8 minuti a 200°. Fatelo raffreddare completamente in modo che si asciughi e mantenga la sua forma.

  4. A questo punto nella ciotola contenente il pecorino grattugiato versate un po' di acqua di cottura e mescolate in modo da formare una crema liscia ma densa. Scolate la pasta. conditela con il sugo e versatela nella cialda di guanciale. Finite il vostro piatto guarnendo con la crema al pecorino

Il consiglio dello Chef

Una delle grandi discussioni sull’amatriciana è: cipolla sì o cipolla no? Ad Amatrice, che è diventata ovviamente la patria putativa di questa ricetta, e ha codificato la ricetta in un disciplinare, non si usa