Pane frattau

In tutta Italia si conosce il pane carasau sardo, questo pane croccantissimo e sottile che “suona” quando lo spezziamo (motivo per cui è chiamato “carta musica”). Oggi Sonia Peronaci ci mostra una ricetta semplicissima per utilizzarlo: il pane frattau. Se ancora non lo conoscete mettetevi comodi e prepariamolo insieme.

Difficoltà: Facile

Tempo: 15'

Costo: Basso

- +
REGOLA LE DOSI
Ingredienti per 1 persone

Preparazione

  1.  Metti il brodo caldo in un contenitore largo e basso e immergici una fetta alla volta di pane carasau per qualche istante. Non appena le bagnerai, scolale e disponi i quarti di fette su un piatto capiente leggermente sovrapposti con l’apice al centro, formando un cerchio.

  2. Disponi su tutta la superficie del pane metà del sugo di pomodoro, cospargi poi il tutto con metà del pecorino grattugiato e 3-4 foglie di basilico spezzettate a mano. Forma un secondo strado uguale al primo. In un piccolo pentolino fai bollire dell’acqua assieme a un cucchiaio di aceto di vino bianco; al bollore, abbassa la fiamma, crea un vortice mescolando con un cucchiaio e rompi un uovo al centro del vortice.

  3. Fallo cuocere per due minuti senza toccarlo, poi prelevalo delicatamente con una schiumarola, scolalo per bene e adagialo al centro del pane. Il tuo pane frattau è pronto.