Brutti ma Buoni

Non sono biscotti, non sono nemmeno meringhe. I brutti ma buoni hanno un nome che è tutto un programma e che non necessita di ulteriori aggiunte…esteticamente poco eleganti, ma croccantissimi e dalla bontà unica. Sono diffusi in tutto il Nord Italia e in altre regioni – come la Toscana, dove ci sono I “Bruttiboni” di Prato - ma nascono in Piemonte, a Bargomanero, e prevedono albumi, zucchero, nocciole

Difficoltà: Facile

Tempo: 40'

Costo: Basso

- +
REGOLA LE DOSI
Ingredienti per 15 persone

Preparazione

  1. Monta in una planetaria munita di fruste gli albumi con lo zucchero, fino a diventare come una meringa spumosa, poi aggiungi a mano delicatamente con un leccapentole la granella di nocciole. Trasferisci il composto in una pentola di acciaio e cuoci a fuoco molto basso sempre mescolando delicatamente per 6/7 minuti.

  2. Con due cucchiai bagnati, preleva una cucchiaiata di composto che appoggerai sulla teglia ricoperta con un foglio di carta forno; tieni distanziati i biscotti perché in cottura tendono a gonfiarsi. Inforna i biscotti in forno statico preriscaldato a 150° per 30 minuti. A metà cottura apri leggermente il forno per far fuoriuscire il vapore, poi richiudi e abbassa la temperatura a 140° fino a fine cottura

Il consiglio dello Chef

Ottimi da servire con una cioccolata calda o a fine pasto