Tiramisù sardo al mirto

Il tiramisù non ha bisogno di presentazioni, ma quello che prepara Sonia Peronaci è una monoporzione davvero molto speciale perché abbraccia un prodotto cardine della cultura sarda: Il mirto. Il liquore violaceo e naturalmente dolce che ha leggere note di resina e che trasforma queste monoporzioni in un dolce davvero particolare.

Difficoltà: Facile

Tempo: 25'

Costo: Basso

- +
REGOLA LE DOSI
Ingredienti per 6 persone

Preparazione

  1. PROCEDIMENTO LA CREMA Per prima cosa prepara la crema che dovrà rassodarsi. Metti a mollo in acqua molto fredda la colla di pesce per 10 minuti. Sguscia le uova in una ciotola e montale con lo zucchero finché non diventeranno bianche e spumose. Aggiungi alle uova il mascarpone la ricotta e amalgama il tutto.

  2. Scalda leggermente il mirto, e scioglici dentro il foglio di colla di pesce strizzato, mescola fai intiepidire e unisci il composto alla crema. Disponi la crema in frigorifero per un paio di ore a raffreddare coperta con pellicola a contatto. Una volta soda, trasferisci la crema in un sac a poche con una bocchetta rigata.

  3. LA BAGNA In un pentolino metti l’acqua assieme allo zucchero e la foglia di alloro; accendi il fuoco e fai sciogliere lo zucchero portando a bollore. Una volta giunto a bollore, spegni il fuoco, aggiungi il mirto e lascia raffreddare il tutto.

  4. COMPONI Prendi i tuoi savoiardoni ed inzuppali con la bagna al mirto. Disponili con la parte piatta verso il basso e spremi sulla parte superiore la crema. Guarnisci la crema di ogni savoiardone con qualche goccia di cioccolato e una spolverata di cacao amaro in polvere. Conserva i tuoi savoiardoni in frigorifero e poi servili.