Pasta alla Carbonara

Famosa in tutto il mondo, rivisitata in mille modi, oggetto di mille discussioni sugli ingredienti che la compongono … e soprattutto, non semplice da fare come sembra. Sonia Peronaci ci svela tutti I segreti, attenendosi alla ricetta originale

Difficoltà: Facile

Tempo: 20'

Costo: Basso

- +
REGOLA LE DOSI
Ingredienti per 4 persone

Preparazione

  1. Il condimento degli spaghetti alla carbonara è molto saporito quindi ti suggerisco di mettere a bollire una pentola d’acqua non troppo salata. Nel frattempo taglia a cubetti di 1 cm per lato il guanciale. Metti i cubetti in padella, meglio se antiaderente, per qualche minuto fino a quando il grasso diventerà trasparente e il guanciale sarà croccante.

  2. Per questo passaggio non è necessario aggiungere dell’olio perché sarà sufficiente il grasso rilasciato dal guanciale stesso. Una volta raggiunto il livello di croccantezza desiderato toglilo dalla padella e lascia intiepidire il guanciale. Adesso veniamo alle uova: rompile in una ciotola capiente (dopo dovrai versarci dentro la pasta), sbattile per bene, unisci un’abbondante macinata di pepe nero ed infine il pecorino romano. Il condimento della carbonara deve essere una bella crema densa ed omogenea quindi mischia tutto per bene con una frusta o una forchetta.

     

  3. E adesso sfatiamo un mito: la ricetta della carbonara non prevede l’utilizzo della panna ma basta amalgamare il pecorino con le uova fino ad ottenere la giusta cremosità. In questo modo il piatto risulterà anche più leggero. Pronta la crema è il momento di aggiungere il guanciale croccante che ormai si è intiepidito. Cuoci gli spaghetti scegliendo la cottura che preferisci: a me piace sentire la consistenza della pasta quindi opto per una cottura al dente.

  4. Scola per bene la pasta e versala nella ciotola del condimento. Mi raccomando, non buttare il condimento nella pentola calda della pasta o l’uovo col calore si coagulerà e otterrai l’effetto “frittatina” perdendo la cremosità tipica di questo piatto. Come servire gli spaghetti alla carbonara? Sicuramente caldi e, se necessario o gradito, con un’ulteriore spolverata di pecorino e pepe nero. Buon appetito! 

Il consiglio dello Chef

È uso comune utilizzare la pancetta al posto del classico guanciale. Io adoro la pancetta affumicata dal profumo intenso e sapore deciso ma se la preferisci puoi utilizzare anche quella dolce.

Se non sai come dosare le uova quando prepari la carbonara? Niente paura, ecco le proporzioni! Un tuorlo a testa + un uovo intero ogni tre persone. Mi raccomando, ricorda di usare sempre uova grandi.

Essendo la carbonara un piatto tipico romano, immancabile è l’utilizzo del pecorino romano stagionato. Se, però, non gradisci il suo sapore troppo marcato puoi mixarlo con del parmigiano, nella dose che preferisci. Si ottiene un buon compromesso utilizzando metà pecorino e metà parmigiano.

Lo spaghetto è il formato di pasta privilegiato per la realizzazione della carbonara ma, volendo, potresti utilizzare anche dei bucatini, degli spaghetti alla chitarra, dei vermicelli oppure addirittura osare un formato corto: i tortiglioni sono un buon compromesso.