Quinoa

Alimento ipocalorico privo di glutine, utile per la salute di cuore e muscoli. 

 

La quinoa è un alimento ipocalorico privo di glutine, utile per la salute di cuore e muscoli. E' una pianta erbacea annuale della famiglia delle Chenopodiaceae, la stessa di spinaci e barbabietole. Le proprietà nutritive dei semi di quinoa sono famosi per le loro proprietà nutritive: il 60/70% è composto da carboidrati, il resto è completamente occupato da proteine. Non mancano, poi, magnesio, potassio, fosforo, ferro, zinco, vitamine A ed E, a cui si aggiungono pochi grassi insaturi. Importante è l’assoluta assenza di glutine, prodotto ottimo per chi è affetto da celiachia

La preparazione dei semi è molto semplice e non molto dissimile da quella del riso. Si sciacqua e si cuoce in pentola con una quantità doppia d’acqua rispetto alla quinoa, a fuoco lento e per circa una ventina di minuti. Quando l'acqua sarà completamente assorbita la pietanza è pronta da condire a piacere. Esiste in commercio anche la farina di quinoa impiegata per la realizzazione di alcuni prodotti dolciari e da forno, come croccanti biscotti.

È ricca di proprietà nutritive, innanzi tutto è molto digeribile, è una buona fonte di proteine vegetali, di Sali minerali (pensate è più ricca di ferro degli spinaci!) - e di fibre che aiutano a proteggere il tratto intestinale, inoltre le fibre permettono di tenere sotto controllo il colesterolo cattivo ed abbassano la pressione arteriosa, riducendo così il rischio di disturbi cardiovascolari. Nonostante le numerose proprietà, la quinoa ha delle controindicazioni. Innanzitutto, contiene saponine, sostanze che provocano l’alterazione della composizione delle membrane cellulari. Per eliminarle tuttavia, è sufficiente sciacquare accuratamente i chicchi sotto acqua corrente prima della cottura. Inoltre, la quinoa, così come altri vegetali della stessa famiglia come spinaci e barbabietole, contiene ossalati di calcio, dei composti salini insolubili che si presentano sotto forma di minuscoli cristalli che in soggetti predisposti possono favorire l’insorgenza dei calcoli renali e possono inoltre impedire il corretto assorbimento dei sali minerali. Per questo motivo, alle persone affette da problemi renali si consiglia di usarla con moderazione.