Cappellaci ripieni di zucca

Chi segue Sonia Peronaci da un po’ di tempo ormai lo sa, le sue origini sono un po’ sparse per l’Italia, da nord a sud. Il padre calabrese,  la madre e nonna Altoatesine il nonno era di Ferrara,  amante della buona cucina che le ha trasmesso la passione per la cucina e dei cappellacci alla zucca. Per prima cosa iniziamo dalla preparazione della pasta fresca, un vero e proprio vanto nella tradizione Emiliana. 

Difficoltà: Intermedia

Tempo: 60'

Costo: Basso

- +
REGOLA LE DOSI
Ingredienti per 4 persone
Per la pasta
Per il ripieno
  • 400  gr zucca violina, polpa cotta
Per condire

Preparazione

  1. Per prima cosa inizia dalla pasta. Unisci nella planetaria munita di foglia la farina e le uova. Aziona la macchina fino a che il composto risulterà liscio e omogeneo. Se dovesse essere un po’ asciutto, aggiungi un cucchiaio di acqua. Una volta pronta, stendi la pasta sul piano e forma un panetto (l’impasto deve essere ben sodo). Arrotolalo nella pellicola trasparente e lascialo riposare 1 ora in frigorifero.

  2. Nel frattempo, elimina i semi della zucca, tagliala a fette e adagiale su di una teglia foderata con carta da forno. Cuocila a 180°C per circa 30/40 minuti o fino a quando sarà morbida. Se si dovesse asciugare troppo, coprila con un foglio di alluminio. Trasferiscila in una ciotola e aggiungi il Parmigiano grattugiato, il sale, il pepe e la noce moscata.

  3. Amalgama bene il tutto per ottenere un composto omogeneo. Se il composto dovesse risultare troppo bagnato, aggiungi un po’ di pangrattato. Trasferisci il composto di zucca in una sac-à poche: ti aiuterà a farcire meglio i cappellacci. Trascorso il tempo necessario, stendi la pasta con una macchinetta tirapasta fino a ottenere una sfoglia spessa 2/3 mm. Ritaglia un quadrato di circa 7 cm di lato (e di circa 10 g circa di peso).

  4. Spremi al centro 10 g di ripieno. Bagna lievemente i bordi con dell’acqua e richiudi fino a formare un triangolo. Mi raccomando: prima di sigillarlo, elimina l’aria presente all’interno aiutandoti con le dita. Una volta ottenuto un triangolo, piega leggermente i suoi lati verso l’interno e poi chiudi le estremità unendole.

  5. A questo punto, porta a bollore una pentola con acqua. Salala e cuoci i cappellacci per circa 4 minuti. Saranno pronti quando saliranno a galla. In una padella fai sciogliere il burro con la salvia. Scola i cappellacci e mettili direttamente nella padella con il burro e la salvia. Mantecali delicatamente con un mestolo di acqua di cottura, poi spegni e aggiungi il formaggio grattugiato per formare una crema. Servi circa 8-10 cappellacci per persona.

     

     

Il consiglio dello Chef

Per questo piatto si usa la zucca violina, tipica del ferrarese: caratterizzata da un sapore dolce, è perfetta per creare il giusto contrasto coi sapori salati!

Attenzione a non confondere i cappellacci con i cugini cappelletti oppure con i tortelli di zucca. I primi sono più piccoli e ripieni di carne mentre i secondi - i tortelli - sono una ricetta tipica di Mantova che prevede un ripieno a base di zucca ma arricchito da amaretti e mostarda mantovana